Ristoranti da Champions: Malmoe

smak-malm-ouml-konsthallUn viaggio a Malmoe per seguire la Juve è un atto di fede. La Svezia non è dietro l’angolo, ci sono un paio d’ore di volo oppure un viaggio infinito in auto, visto che la città di Ibrahimovic è collegata al continente (alla Danimarca per l’esattezza) con il ponte di Oresund, sedici chilometri sospesi sul mare. Malmoe non è esattamente una città turistica, ma qualcosa da vedere c’è, come il centro storico (Gamla Vaster) circondato da canali, il castello (Malmohus) e diversi musei interessantissimi. Si può girare quasi ovunque in bicicletta grazie alle piste ciclabili, compreso un lungomare che in certe giornate ha un suo perché.
Per chi abbia deciso di seguire la Juventus a Malmoe, per quelli che hanno in mente questo notevole atto di fede, può essere utile qualche indicazione mangereccia. Tanto per cominciare, in Svezia come in tutti i Paesi del Nord si mangia presto, quindi è molto più facile cenare prima della partita piuttosto che dopo il fischio finale. La ristorazione svedese è cresciuta molto negli ultimi anni, per emulazione nei confronti di quella danese che ha piazzato il Noma di Copenhagen in testa alle classifiche mondiali. Vediamo cosa si trova di interessante a Malmoe.

CUCINA SVEDESE

BLOOM IN THE PARK
Pildammswagen 17
Immerso nel verde, costruito come una specie di chalet di montagna dall’architetto Jonas Lindvall, vive delle creazioni del premiatissimo chef Titti Qvarnstrom che lavora molto con la piastra e non ha un menù per la clientela: ogni giorno sceglie il meglio del mercato e lo fa proporre a voce dal maitre.

LILLA KOKET
Norra Vallgatan 88
Il posto è piccolo ma molto accogliente e fa sentire i clienti a proprio agio dall’inizio alla fine. Punta moltissimo sulle birre, molte delle quali tedesche, la cucina è locale con qualcbe contaminazione che arriva dalla Germania e dall’Austria, come la maxicotoletta Wiener Schnitzel.

LYRAN
Simrishamnsgatan 36A
I granchi King Crabs sono un antipasto straordinario e quasi irripetibile. Poi specialità locali comne la carne di cervo arrosto o in umido. C’è anche la possibilità di scegliere un menù vegetariano e di bere delle ottime birre, una delle quali aromatizzata allo zenzero è davvero interessante.

RESTAURANG BALTZAR
Baltzarsgatan 25
In pieno centro cittadino, posizione comoda anche per una passeggiata, abbina piatti di carne eseguiti con grande attenzione e contorni di funghi perfettamente compatibili. Molto conosciuto anche per la validità dei dessert, patrimonio della cucina svedese.

THE MORE BISTRO
Norra Skolgatan 24
Punta molto sulla creatività secondo i più recenti dettami della cucina svedese. Pur facendo parte di un albergo, spicca per originalità e varietà. Ha un menù degustazione praticamente a sorpresa che costa intorno ai 50 euro e che raccoglie un enorme successo tra i clienti.

CUCINE EUROPEE

LA ROCHE VIN & TAPAS
Larochegatan 5
Se non si prende il vino, il conto alla fine è anche abbordabile. Il locale è abbastanza intimo, lo stile è quello spagnolo delle tapas, non si ordinano piatti giganteschi ma piccoli assaggi di specialità a base di carne, pesce o vegetariane, accompagnati con un bicchiere, solitamente di birra.

NOSTIMO
Sodra Forstadsgatan 80
Il proprietario tratta i clienti come se fossero vecchi amici, gentilissimo e pieno di attenzioni. La cucina è greca e si adatta bene al gusto internazionale, il locale è molto caratteristico e accogliente, c’è anche la possiblità di farsi preparare dei piatti d’asporto.

SANKT MARKUS WINE CELLAR
Malmborgsgatan 7
Locale non semplice da trovare, nel centro della città, arredato in maniera molto particolare che lo fa assomigliare a un vecchio castello. Non ha un indirizzo preciso, unisce varie cucine europee compresa quella svedese con punte di eccellenza per salmone, formaggi e dolci.

VOLLMERS
Tegelgardsgatan 5
Considerato quasi unanimemente il miglior ristorante di Malmoe, si ispira moltissimo alla cucina francese anche se lo chef è stato allievo di Gordon Ramsay a Londra. Molto elegante e curato, ovviamente non economico, propone dei menù degustazione indimenticabili.

ALTRE ETNIE

A MESA BRAZIL
Nobelvagen 82
Fin troppo facile capire che è un ristorante brasiliano e altrettanto semplice immaginare che la carne è la vera padrona di questo locale. Ci sono anche tutti i contorni della tradizione brasiliana, dalle polpettine di pollo al riso e fagioli. Apprezzato anche dai brasiliani di Svezia.

FUSION BY JACKIE
Master Johansgatan 1
Cucina thailandese ben eseguita e ben adattata ai gusti nordici, anche se in certe occasioni c’è il rischio di aspettare parecchio. Si mangia abbondantemente, non si spende molto, la specialità della casa è il curry come è abbastanza facile immaginare.

KIN LONG
Radmansgatan 1
Il più antico ristorante asiatico della città, fondato negli anni ’60 e da allora sempre accreditato di un ottimo livello- La cucina è cinese e l’ideale è farsi servire un menù degustazione da 5 o 7 portate per assaporare fino in fondo la bravura dello chef. Ci si può sedere, volendo, anche sui cuscini anziché sulle sedie.

OCCO RESTAURANT
Drottningtorget 6
La cucina libanese è interessante anche quando viene esportata come in questo caso in un mondo completamente diverso. Si può scegliere tra tre opzioni di menù, uno di carne alla griglia, uno di carne mista cucinata in altri modi e uno vegetariano, tutti validi.

PER CHI NON RINUNCIA ALLA CUCINA ITALIANA

DI PENCO AB
Roskildevagen 3 | post no: 211 47
Paolo, il proprietario, arriva dal Nordest dell’Italia e si ricorda ancora un po’ di dialetto, ma soprattutto si ricorda quando sia buono il prosciutto di San Daniele e quanto i nordici apprezzino il vino rosso delle sue parti. Cucina italiana semplice e classica, con pasta fatta in casa.

OSTERIA QUI
Major Nilssonsg
Staff quasi completamente italiano e cucina italiana tradizionale. Fanno anche pizze ma non è il punto di forza del locale. Meglio puntare su carne, lasagne, bruschette e mozzarelle, tutti prodotti che arrivano dall’Italia con una grande frequenza.

VIA NAPOLI
Sergels Vag 11
La pizza è eseguita con una maestria che può essere paragonata a quella dei migliori specialisti italiani. Del resto il pizzaiolo è umbro e si è formato a Napoli. A differenza di molti ristoranti italiani all’estero, non cerca di adattarsi troppo ai gusti della popolazione locale ma va sul classico.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

Una risposta a “Ristoranti da Champions: Malmoe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *