Come consolarsi per un derby modesto

La moda è tutta americana! La sky lounge (niente a che fare con la tv di Murdoch) è l’area vip di uno stadio. Dove la partita si segue con gran comodità, magari anche al caldo, e poi si viene coccolati con buon vino e prelibatezze gastronomiche.
Anche San Siro ha la sua bella fila di sky lounge (gestite soprattutto da sponsor) ma una ha qualcosa di speciale, si chiama “LaCassinetta” perché è gestita dal gruppo che ha acquistato (e per ora chiuso in attesa di trovare una location milanese) il famoso ristorante “la Cassinetta di Lugagnano, antica osteria del ponte” ex tre stelle a un soffio dal Naviglio Grande, già della famiglia Santin la cui cucina ora è nelle mani di Silvio Sailmoiraghi che a soli 39 anni, oltre a curare la “Cassinetta”, è chef e titolare del’ristorante Acquerello di Fagnano Olona (VA).

foto stadio


Siamo stati alla sky lounge LaCassinetta in occasione del derby Milan-Inter. Di base è un covo di Milanisti perché Massimo Gianolli, proprietario de LaCassinetta oltre che della Cantina dei Ciliegi che produce vini in provincia di Verona, è rossonero da sempre ed è legato al management di Publitalia 80, la concessionaria di pubblicità del gruppo Mediaset.

Massimo Gianolli

Massimo Gianolli

Naturalmente non c’è biglietto per entare al LaCassinetta, si accede per invito. In un posto del genere si va per vedere la partita, ma anche per incontrarsi, perché a lato di un evento sportivo può scattare anche la molla per una collaborazione professionale. Durante l’intervallo Fedele Confalonieri, presidente di Mediaset Spa ha approfittato dello spazio per una breve riunione e, naturalmente gustare le preparazioni di Silvio Sailmoiraghi.

Silvio Saimoiraghi

Silvio Sailmoiraghi

Il menù della serata si ispira alla regione della squadra ospite; naturalmente non essendoci posti a sedere si tratta di finger’s food, piccoli assaggi, sempre accompagnati da un buon bicchiere di vino: Brut, Zamuner rosè, Valpolicella, Ripasso e Amarone.

IMG_0050
Nell’attesa della partita dal record di incasso sono stati serviti: Salmone affumicato e panna, Milan Rolls con zafferano e trippa, Crespelle alla Marinara, Crema di patate e tartufo nero, Fricassea di funghi, Guancia di vitello in gremolada, panini al burro salsa verde e acciughe, torte salate.

IMG_0049
Non c’è sicuramente da parira la fame, ma al ventitreesimo Menez, con un gol capolavoro, ha rischiato di mandare di traverso tutto queste meraviglie a tifosi interisti, perché anche se è un po’ casa Milan alla Sky Lounge Lacassinetta si può indossare la sciarpa nerazzurra.
Per fortuna i dolci serviti tra il primo e i secondo tempo, Torta Meneghina e soprattutto il Tiramisu, hanno risollevato l’umore degli ospiti che al sedicesimo della ripresa hanno pareggiato con la rasoiata da fuori di Obi.
Seduti sulle comode poltrone posizionate nel lato sud dello stadio, con uno schermo tv, che grazie al ritardo di qualche secondo rispetto al tempo reale permette di rivedere al volo le azioni più interessanti, anche una partita modesta come l’ultimo derby può diventare piacevole e soprattutto golosa!

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *