Il calciomercato a tavola

ristorante-cavallini-20110904-180213C’erano una volta l’Hilton e il Gallia. Poi c’è stato Milanofiori, poi Cernobbio e negli ultimi anni alcuni alberghi più o meno lussuosi di Milano. Adesso con i supporti telematici non c’è quasi più bisogno di riunirsi in un luogo fisico per parlare di calciomercato. Ci si chiama in qualunque posto del mondo e a qualunque ora, si firma attraverso un fax. Ma gli operatori di mercato alla fine dopo una litigata si vogliono bene e allora il posto migliore per parlare di trasferimenti e di prestiti è il tavolo di un ristorante. I camerieri di molti locali di Milano sono stati testimoni di operazioni incredibili e così è tuttora. Negli anni scorsi il ristorante per eccellenza degli incontri di mercato era il famosissimo Giannino di via Vittor Pisani, che resta un covo del gruppo milanista. Ma in questo mercato di gennaio il gradimento degli operatori si è trasferito all’Antica Osteria Cavallini. Continua a leggere