Il gelato super del Foro Italico

Carapina-11Il gelato degli Internazionali poteva solo essere un gelato di livello internazionale. Qualità degli ingredienti, accuratezza nella lavorazione, prodotto finale decisamente superiore alla media. Chi ha l’opportunità di assistere alle partite degli Internazionali di tennis al Foro Italico può anche assaggiare il mitico gelato Carapina, servito anche nelle lounge di alcuni importanti sponsor della manifestazione. E siccome lo sport della racchetta è molto legato a certi concetti di eleganza classica, anche i gusti vanno in questa direzione: nocciola, pistacchio, crema dell’Artusi, stracciatella e cioccolato, più due sorbetti al limone e alla fragola.
La gelateria Carapina è stata aperta nel 2008 a Firenze da un’idea dell’imprenditore Simone Bonini, che ha aperto il primo punto vendita in piazza Oberdan. Ci sono alcune caratteristiche che differenziano questo marchio da tutti gli altri concorrenti: un arredamento in stile moderno e a tinte pastello, un banco a pozzetti che qualche anno fa era stato abbandonato da tutte le gelaterie e che invece nel futuro diventerà un must del settore, un laboratorio completamente a vista. Da Carapina si trovano pochi gusti ma curati in maniera maniacale, secondo un rigido criterio di stagionalità, ma è anche possibile acquistare prodotti artigianali di qualità elevatissima, che non si trovano in altre gelaterie. Bonini inoltre rivendica (giustamente) la paternità del gelato gastronomico, a base di prodotti non tradizionalmente legati al mondo del gelato, come i formaggi italiani dop, l’olio extravergine d’oliva, il castagnaccio e il vin santo. “Chi mi segue da tempo e conosce il mio percorso, sa che con tenacia abbiamo sempre proposto e continuiamo a proporre gelati salati, il che vuol dire allargare e liberare il Gelato dalla gabbia in cui è sempre stato messo”, scrive Bonini sul sito di Carapina. Dopo il successo straordinario del primo punto vendita, Bonini ha raddoppiato nella stessa città, in via Lambertesca, zona Ponte Vecchio, ma è sbarcato anche a Roma in via dei Chiavari, zona Campo dei Fiori.
Dopo aver partecipato a quasi tutti i grandi eventi gastronomici sul territorio nazionale (Ein Prosit, Festa a Vico, Le Strade della Mozzarella, Taste Firenze, Taste Roma), adesso ecco la nuova dimensione internazionale con il Foro Italico. “Il gelato –questa la filosofia di Bonini – è sicuramente consigliabile subito prima dell’attività fisica, se si vogliono fornire all’organismo carboidrati di pronto impiego, sia subito dopo l’allenamento, soprattutto se particolarmente intenso: in questo caso sono da preferire i gelati con cialda o biscotto al fine di contribuire a reintrodurre non solo la giusta dose di proteine e di zuccheri semplici, ma anche di carboidrati complessi”. E con il tennis tutto questo ci sta bene.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *