Barcolana Chef!

Alla Barcolana, una delle regate più famose del mondo, una festa popolare della vela che ben al di la dello sport, mancava solo una cosa: la regata degli chef.
Ora c’è. Per la prima volta quindici maghi dei fornelli (dieci stellati per un totale di dodici stelle) si sono sfidati nel golfo di Trieste nella Barcolana Chef. L’idea è stata di Emanuele Scarello, due stelle con il ristorante Amici a Udine che ha chiamato a raccolta un bel gruppo di colleghi.

Barcolana Chef


Non è la prima volta che dei cuochi navigano. A Venezia da anni c’è la San Pellegrino Cooking Cup, ma qui c’è un’equipaggio di velisti che gareggia mentre lo chef cucina a bordo e c’è una classifica combinata tra il risultato sportivo e quello gastronomico.

 Gianluca Fusto al timone
Invece a Trieste, smessa la parannanza gli stellati hanno impugnato il timone invece del mestolo. D’altronde dopo l’apparizione di Ciccio Sultano e Phlippe Leveille a Pechino Expresso lo chef è sdoganato a qualunque esperienza.
Poi finita la regata tutti in cucina a preparare ognuno un piatto. Preparazioni semplici che chiunque possa poi preparare in barca durante le vacanze con la famiglia con quello che si può trovare in cambusa.
Nomi importanti dell’alta cucina made in Italy. Oltre a Scarello i fratelli Manuel e Christian Costardi del ristorante Cinzia di Vercelli , il paradiso del risotto, il triestino Matteo Metullio dalla Siriola di San Cassiano e Andrea Fusto uno dei geni della pasticceria mondiale; solo per citarne alcuni.

BARCOLANA 2015
Ma veniamo alla regata su otto Jeanneau One design di 12 metri. Due prove davanti al Porto Vecchio di Trieste in condizioni ideali anche per chi non era molto esperto di navigazione.
Entrambe le prove sono state molto serrate, con gli scafi che hanno combattuto per mantenere la velocità costante. Nella prima regata la barca capitanata da Andrea Nevierov e Marco Brumat, con a bordo gli chef Alessandro Breda e Alessandro Gavagna, ha regolato tutti scegliendo la miglior tattica nel secondo lato e superando l’equipaggio di Dean Bassi e Giulio Trani, che aveva a bordo la coppia Fabio Pesticcio e Vincenzo Pagano. A chiudere il podio gli chef Emanuele Scarello e Andrea Canton, con l’equipaggio tutto femminile composto da Flavia Bottaro, Francesca Prina e Francesca Pitacco.
Anche in gara 2 ha visto protagonisti le stesse imbarcazionii, tanto da regalare una classifica velica molto corta: l’equipaggio Bottaro-Prina-Pitacco e quello di Nevierov e Brumat si trovano ora a pari punti, seguiti da Edoardo Giannessi e Andrea Zerial con a bordo gli chef Gianluca Fusto e Giancarlo Morelli.

BARCOLANA 2015
La giuria dei piatti vedeva anche velisti di una certa importanza come il pluri campione del mondo Vasco Vascotto e Luca Devoti, costrutto, progettista, ma soprattutto medaglia d’argento nella classe Finn alle Olimpiadi di Sydney!
La classifica della gara in cucina non è stata resa nota, ma è stata stilata quella della combinata. Vittoria per Alessandro Cavagna chef del ristorante La Subida a Cormons in Friuli; in realtà preparando un filetto di cervo alla maniera dello spezzatino su un letto di polenta di mais rosso non ha proprio interpretato il tema della cena, ma il piatto era così buono che ha conquistato tutti.
Per lui il corrispettivo del suo peso metà in pasta Zara e metà in Illycaffe, gli sponsor della manifestazione. Pesando Alessandro Cavagna 104 chili un super premio.

 Alessandro Cavagna
Questa prelibatezza verrà preparata dagli studenti della scuola alberghiera Stinger nello stand dell’Ersa durante il prossimo week end.
Menzione speciale per Matteo Metullio con il suo spaghetto freddo con scampo.
Un vero e proprio successo, in pieno spirito Barcolana con lo chef altoatesino Karl Baumgardner che ha chiuso la serata cantando O sole mio. Appuntamento già alla seconda edizione nel 2016

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *