Sushi e design targato Tacchinardi

mei4Il cognome Tacchinardi nella storia del calcio italiano fa rima soprattutto con Juventus. Alessio ha totalizzato 261 presenze in serie A con la maglia bianconera (9 gol), ha vestito 13 volte l’azzurro della Nazionale e in una lunga carriera da centrocampista centrale è passato anche da Atalanta, Villarreal e Brescia. Ma andando a cercare bene tra gli almanacchi di qualche anno fa, c’è stato un altro Tacchinardi in serie A. Si chiama Massimiliano ed è il fratello maggiore di Alessio. Faceva il terzino e Giovanni Trapattoni lo fece giocare 2 volte in serie A nel 1990-91, anche se il suo momento magico lo visse il 12 dicembre 1990 quando fu titolare con la maglia numero 5 in Coppa Uefa, Partizan-Inter 1-1. Alla fine di quella stagione l’Inter vinse la Coppa e si piazzò terza in campionato mentre Massimiliano, terzino marcatore dalle spalle larghe, iniziò una breve carriera in giro per l’Italia: Messina, Pro Sesto, Romanese, Ponsacco, Trevigliese. Nel 1998 addio al calcio giocato, a 27 anni. Continua a leggere