Perdomo, genio in cucina: “Sono il Sacchi degli chef”

contrC’è un filo sottile ma indistruttibile che lega Milano all’Uruguay, la voglia di novità che permea questa città con la raffinata creatività della gente uruguagia. Nel calcio, Alvaro “Chino” Recoba è stato l’espressione più recente di questo legame. Nel giorno del suo quarantesimo compleanno, Recoba ha ricevuto un attestato incredibile da Massimo Moratti: “E’ stato il giocatore dell’Inter che ho amato di più”. Più di Ronaldo. Ma prima di lui l’Inter ha avuto un altro mancino uruguayano di altissimo livello, Ruben Sosa, protagonista di un “quasi” scudetto nel 1993. Il Milan ha avuto lo straordinario talento di Pepe Schiaffino, anche se bisogna risalire a qualche decennio prima. Continua a leggere