L’inviato Goloso

“XXL 50 piatti che hanno allargato la mia vita” è il libro appena uscito scritto da Paolo Marchi per Mondadori.

IMG-20141016-WA0000

Giovedì 6 novembre verrà presentato da Eataly Smeraldo a Milano alle 18.30.
Paolo Marchi è l inventore e guru di Identità Golose: il primo congresso di cucina d’autore in Italia che da qualche anno è anche una guida (niente voti, solo consigli). Ma Marchi per anni è stato una delle firme di prestigio della redazione sportiva de “Il Giornale”.
Inviato di calcio (fede interista, ma penna equilibrata), ma anche di Sci (ha corso appresso ad Alberto Tomba per tutta la sua carriera, spesso assieme a me). Insieme abbiamo anche seguito la Coppa America di vela, Giovanni Soldini e le Olimpiadi.
Nelle 182 pagine che compongono questa sorta di autobiografia attraverso 50 racconti golosi c’è tanto sport.

Continua a leggere

CHI FA SPORT DEVE MANGIARE BENE

Tra gli chef star è indubbiamente il più sportivo.

Prima di impugnare il mestolo ha giocato a calcio arrivando fino alla C2.

Davide Oldani

Davide Oldani mantiene il fisico asciutto di chi fa sport. Un paio d’infortun: prima frattura tibia e perone per l’uscita maldestra di un portiere e poi rottura del menisco gli hanno impedito di giocare ancora a calcio, anche la corsa è stata abbandonata.

Oggi quando gli impegni in cucina glielo consentono inforca la bicicletta, ha partecipato a più di una Granfondo. La sua passione sportiva è riconosciuta anche da Gualtiero Marchesi che è stato il suo maestro come lo è stato della maggior parte dei cuochi che hanno conquistato l’Italia, e spesso anche l’estero, in questi anni di grande interesse verso la gastronomia.

Continua a leggere

Pietro Paolo Virdis, bomber anche in cucina

20140717_210604Bomber si rimane tutta la vita! Così nel suo piccolo ristorante milanese c’è un piatto che si chiama “la botta del Bomber” di cui troverete qui sotto la ricetta. Pietro Paolo Virdis, partito da Sindia, in Sardegna, ha esordito in serie A con il Cagliari, poi ha giocato nella Juve, nell’Udinese, nel Milan e ha concluso la sua carriera nel Lecce. Ovunque è stato amato, come capita a chi la butta dentro spesso. E’ la legge del calcio.

Continua a leggere

Torte da Champions

foto

“Voglio fare una torta bianco nera che contenga la Coppa con le Orecchie e regalare a ogni giocatore della Juventus che la vincerà una riproduzione di zucchero della Champions. Sarebbe il mio modo di partecipare al successo più importante della mia squadra del cuore” Parola di Diego Confalonieri, bronzo nella spada a squadre alle Olimpiadi di Pechino, argento e bronzo ai mondiali, quattro volte campione italiano nell’arma da molti considerata la più difficile nella scherma.

Giorno 10-Olympic Games Beijing2008  Pechino 8-24 agosto 2008

Continua a leggere